UN’ALIENA NEL CORTILE: RACCONTARE LA SINDROME DI ASPERGER

6 Responses

  1. Raffaella Musicò scrive:

    la ringrazio per la citazione e per il suo lavoro, il sito è molto bello, pieno di spunti interessanti

  2. aspiegirl scrive:

    Il libro sembra interessantissimo, lo acquisterò appena possibile.
    Mi riconosco moltissimo nella descrizione di questa “aliena”…
    Ho 25 anni e le frasi “se ti impegnassi di più, riusciresti a farlo” e “non c’è niente che non va in te, devi solo darti da fare” sono state una costante nella mia vita.
    Solo che io non ho mai incontrato un’insegnante illuminata. Ho scoperto l’Asperger solo poco tempo fa girovagando su internet e improvvisamente le mie difficoltà a scuola e nei rapporti sociali, le mie manie e le mie ossessioni…tutto ciò che nella mia vita non era “normale” ha avuto finalmente senso.
    Mi sono ritrovata a pronunziare anche io la frase che tutti gli adulti che scoprono di essere Asperger dicono… “Non sono pazza, sono Asperger!”
    In Italia c’è troppa disinformazione e ignoranza in merito a questa sindrome e se non sei un soggetto palesemente autistico, ti dicono che sei affetto da altre cose che non c’entrano nulla. Bisognerebbe fare una massiccia opera di informazione.

    Saluti! 🙂

    • Rossella Grenci scrive:

      E’ vero cara, ti auguro tutto il bene! Ciao

    • alfredo scrive:

      io sono un ragazzodi 33 anni e solo ora mi accorgo di avere questa sindrome. tanti mi dicono che è la depressione a far si che diventi una persona apatica,,, ma io sono sempre stato così……. non vogliono proprio capire. un saluto

  3. Chiara scrive:

    Ciao, Sono Chiara e ho 23 anni, ho scoperto di essere Asperger poco più di un mese fa, apprezzo questa tua pagina di blog.

    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.