INDENNITA’ DI FREQUENZA: UN RICORSO VINTO

53 Responses

  1. Anna Maria Tortorelli scrive:

    Cara Rossella Grenci,sono la mamma di un bambino dislessico che ha chiesto l’indennità di frenquenza.
    La commissione di Matera ha rigettato la domanda e quindi ora ho fatto ricorso.
    Quindi vorrei saperne di più su ricorso vinto ,ma non riesco ad aprire il file.
    Puoi inviarmelo?
    Anna Maria Tortorelli

    • admin scrive:

      Ciao Anna Maria, ti consiglio di contattarmi dopo il 7 ottobre, giorno in cui nell’Osservatorio Regionale Dislessia, affronteremo le norme per procedere a livello regionale.

  2. ANNA scrive:

    volevo cortesemente sapere se mio figlio di 11 anni a cui è stata diagnosticata dislessia e disortografia può percepire l’indennità di frequenza, anche se non frequenta nessun centro riabilitativo Grazie

  3. Claudia scrive:

    Ciao sono la mamma di un ragazzo di 14 anni sono in fase oiena di ricorso per l’indennità di frquenza,al primo incontro con la commissione medico legale di Siena a rifiuto,e quindi abbiamo intrapreso le vie legali , spero che venga riconosciuto perchè non è semplice per una famiglia sostenere le spese logopediche di cui necessitano questi ragazzi per peter terminare gli studi.
    Ciao

  4. Sergio scrive:

    Il 14 marzo u.s., la visita collegiale per ottenere l’indennità di frequenza per mia figlia che è dislessica ha avuto esito negativo. A.S.L. Matera. Qualcuno può darmi informazioni in merito. Signora Anna Maria Tortorelli potrei rivolgermi al suo legale

    • Rossella Grenci scrive:

      Purtroppo ogni ASL e ogni regione (oltre che ogni commissione) si regolano in modo autonomo. Provi con un patronato o un legale…

  5. susi scrive:

    ma se è una legge statale come fanno le regioni a nn applicarla……..??????????le regioni si fanno le leggi da sole??

  6. Pia scrive:

    Ciao Rossella,
    sono di Leinì e ci siamo viste al corso Genitori di Torino e ad alcuni incontri. Mio figlio Dislessico, disgrafico, disortografico e discalculico ha fatto la visita per l’indennità di frequenza che non è stata accettata. Durante la visita avrei detto il contrario anche perchè uno della commissione ci ha anche consigliato qualche ora di sostegno.
    Cosa devo fare per fare ricorso? e costoso?

  7. franco scrive:

    Circa tre anni fa mio figlio ha fatto la visita all’ASL, gli hanno riconosciuto il sostegno (da noi non richiesto e non accettato) ma non l’indennita’ di freqenza , a giorni dovra fare nuova visita a seguito di nuova domanda.Speriamo bene.

  8. simona rocchetti scrive:

    Oggi siamo andati in commissione con mio figlio che risulta dislessico con certificati alla mano..la commissione mi ha riso in faccia .anzi mi ha detto che devo ritenermi fortunata perchè non ha problemi di ritardo mentale. dell’indennità non se ne parla nemmeno.”non si aspetti un esito positivo”mi ha detto quella simpatica dottoressa…ma la legge ce o non ce..x i dislessici …come possiamo aiutare i nostri figli se abbiamo problemi economici.? li dobbiamo lasciare a se stessi?

    • Rossella Grenci scrive:

      Purtroppo l’indennità di frequenza è a discrezione delle ASL, delle commissioni, delle regioni… insomma, un’ennesima fregatura!

  9. michela scrive:

    mia figlia non è dislessica ma ha un grave disturbo del linguaggio . ha la legge 104 e l’insegnante di sostegno . non essendo però sufficiente sta facendo dei cicli di logopedia. potrei fare domanda di indennità di frequenza oppure vale “solo” per la dislessia?

  10. Giovanni I scrive:

    mio figlio e iperattivo a il sostegno scolastico a 14 anni o fatto richiesta per indenità di frequenza e la commissione medica a dato esito negativo a desso cosa devo fare .grazie.

  11. Ferrnanda Gnesotto scrive:

    Sono Fernanda, mamma di Alberto, ragazzo di 16 anni, certificato nuovamente Dislessico dopo i controlli effettuati la settimana scorsa in base ai nuovi test previsti (per altro molto più rigidi). Vorrei chiedere se, nel caso in cui la commissione dichiari Alberto avente diritto dell’indennità di frequenza, questa indennità è retroattiva o parte dalla data del certificato prodotto dalla commissione giudicante?

  12. federica scrive:

    ho fatto anche per mia figlia la domanda di indennita ma mi è stata rifiutata forrei fare ricorso ma se per caso lo perdo devo pagare 2000 euro di spese processuali.puoi spiegarmi come hai fatto tu .ciao e grazie

  13. Debora Concordia scrive:

    Mia figlia è dislessica ( come me ha detto la neuropsichiatra), ma nel laudo medico, perche sono straniera, per legge cè scrito disturbo dislessiforme. Vorrei sapere se mia figlia ha diritto a questo assegno?
    Grazie.

  14. Eros scrive:

    Salve, Rossella,
    E’ da poco che ho ricevuto l’esito della visita di mia figlia, tutto negativo, siccome mi sono rivolto all’ANIC dove intraprenderemo un ricorso, La prego di inviarmi la semtenza del ricorso vinto, tale potra’ essere utile al legale assegnato per il ricorso.
    Grazie

  15. anna scrive:

    salve sono anna,la mamma di un bimbo nato con ptbc il quale e’ stato concesso l’idennita’ di frequenza ad oggi nn ancora erogata, penso tra un po, lo sara’.la mia domanda e’: siccome la domanda e’ stata presentata ad aprile 2013 per cui da quel tempo in poi prendero’gli arretrati ma, mio figlio e’ dall’anno 2012 che frequenta l’asilo e mi hanno detto che basta richiedere alla sua scuolal il certificato di frequenza di quell’anno per dimostrare che ha diritto non solo dal 2013 ma anche da quando ha iniziato l’asilo nel 2012. e’ cosi’ o e’ una bufalata? grazie anticipatamente

  16. Simona scrive:

    Salve mio figlio dopo una visita neuropsichiatrica e i test ha avuto un esito di dislessia con deficit di attenzione discalculia e disortografia sono 6 mesi che fa logopedia ma nn gli hanno accettato la 104 come devo fare vi prego aiutatemi ha 7 anni

    • rossella grenci scrive:

      Buongiorno Simona, i bambini dislessici non hanno diritto alla 104, ma può provare con l’indennità di frequenza. Si rivolga ad un Patronato.

  17. Lucio scrive:

    salve io ho 2 figli la femmina a 3 anni ha un lieve ritardo nel linguaggio e il maschio a 2 anni e a un ritardo neumotorio posso fare dmanda ho no cmq dalla sicilia sno

  18. loredana scrive:

    salve sono una mamma con un bimbo di 8 anni certificato dsa.Ho fatto domanda per l’indennità di frequenza, ma mi è stata rifiutata dicendo non invalido……sono consapevole che mio figlio non ha invalidità gravi !!!!!nella voce diagnosi però c è scritto :disturbo misto delle abilità scolastiche con maggiore compromissione della lettura e scrittura. Pensi che se faccio ricorso ho qualche possibilità di vincere ????

    • rossella grenci scrive:

      Ciao, penso che non ci sono regole nell’indennità di frequenza in Italia. Ogni ASL e ogni commissione fa quello che vuole. Comunque prova…

  19. antonella scrive:

    mia figlia di 8 anni è stata sottoposta a test psicometrico ed è risultato un lieve ritardo cognitivo con deficit attentivo.
    La commissione INPS non le ha riconosciuto ne la legge 104 ne l’invalidità perchè a loro dire spetta solo al ritardo mentale grave

  20. sabrina scrive:

    sono la mamma di due ragazzi dislessici, il primo 14 anni a cui è stata negata l’indennità di frequenza scrivendomi che il ragazzo è troppo alto e con un dialogo corretto e fluente, il secondo figlio sono in attesa della seconda visita da parte dell’inps, sono molto arrabbiata per il primo esito, in quanto quando abbiamo fatto la visita alla asl ci siamo trovati di fronte a 6 persone di cui 5 non facevano niente, il setto ha fatto due domande a mio figlio grande, del tipo “come và?” poi ” la scuola?”, partiamo dal presupposto che per i miei due figli ho annullato la mia vita per aiutarli nella scuola rinunciando a qualsiasi mia attività nel tempo libero, al lavoro ho chiesto il part time, rinunciando anche a qualche soldino, e poi un cretino qualsiasi solo perché si trova dall’altra parte del tavolo con due domande stabilisce quali sono i problemi di un dislessico, solo in questo paese di merda ci possiamo trovare di fronte a elementi del genere , che non solo non dovrebbe stare li ma vengono pure pagati profumatamente per non fare niente, mi piacerebbe sapere se loro hanno dei figli dislessici e se prendono l’indennità. Mi dispiace dirlo ma siamo in un paese di merda, spero con tutto il cuore che i miei figli riusciranno sempre bene nella scuola e cerchino la loro strada in un altro paese.
    scusate lo sfogo.

  21. TATIANA scrive:

    MIA FIGLIA DISLESSICA PERCEPIVA L’INDENNITA’ DI FREQUENZA, DOPO LA SECONDA VISITA INPS QUEST’ANNO NON PERCEPIRA’ PIU’ PERCHE’ NON CONSIDERATA INVALIDA. MIA FIGLIA E’ DISLESSICA, HA DIFFICOLTA’ A LEGGERE, PERO’ DURANTE LA SECONDA VISITA INPS NON HANNO FATTO DOMANDE COME VA A SCUOLA… COME LA PRIMA VOLTA. HANNO FATTO UNA VISITA PER VEDERE LA DEAMBULAZIONE, COME SI MUOVE….IGNORANDO IL SUO VERO PROBLEMA. MIA FIGLIA NON HA PROBLEMI DI DEAMBULAZIONE, E’ DISLESSICA. MI SENTO PRESA IN GIRO. TATIANA DI TRIESTE

    • rossella grenci scrive:

      Cara Tatiana, la capisco perchè è un problema di quasi tutte le commissioni INPS. Provi a fare ricorso rivolgendosi ad un Patronato.

  22. michele scrive:

    ciao rossella mio figlio e stata riconosciuta lindennita di frequenza tramite sentenza settembre 2015 ho fatto richiesta a ilnps a ottobre una autorizzazione per assegni maggiorati perchè minore con difficoltà persistenti a svolgere i compiti ecc….della sua eta il 9 febbraio inps chiama a visita la risposta e minore non risulta avere difficolta persistente ecc respinta sanitariamente domanda ma la sentenza del giudice non vale niente devo fare causa di nuovo grazie

  23. Giusy scrive:

    Buon giorno,sono una mamma di una ragazza di 15 anni che già dalla 4^elementare era stata diagnosticato un ritardo cognitivo emotivo lieve.
    Mia figlia percepiva identità di frequenza ma alla fine della terza media la diagnosi è cambiata diventando ritardo in bordeline è hanno tolto identità di frequenza. Io contenta ho pensato che fosse migliorata invece arrivata alle superiori disastro più assoluto anche col sostegno risultati scolastici pessimi abbassando ulteriormente autostima di mia figlia.La scuola batte sul fatto di fare una programmazione differenziata conclusione 5 anni per prendere un certificato di frequenza.Mio marito è disoccupato è da poco è stato operato a un tumore intestino, per cui mi è difficile affiancare un ulteriore supporto a casa per fargli raggiungere gli obiettivi minimi .Cosa posso fare per riavere identità di frequenza dopo un anno che è stata sospesa?Come posso ridare una dignità a mia figlia è il diritto di raggiungere i suoi sogni?Con un ulteriore supporto a casa lei può farcela ma io non ho la possibilità economica avendo altri 2 figli.Grazie.

  24. Giulia scrive:

    Salve !
    Scusi se la disturbo, volevo chiederle se per qualsiasi tipo di riabilitazione LOGOPEDICA si può far uso della DANZA in questo caso intendo per bambini , con problemi nel campo uditivo,con protesi acustiche .La danza può essere di aiuto anche nel descrivere la storia letta in qualsiasi libro per poi riprodurla in maniera ”giocosa” con il corpo , Può essere d’aiuto? Si possono usare rumori,suoni ,silabe e canzoni che si trasformano in storie e fiabe animate dal nostro muovimento ? Se la risposta è sì che tipo di beneficio può dare questo tipo di comunicazione? .Io penso che la danza sia un’elemento magico in grado di comunicare qualsiasi cosa che le parole non sono in grado di dire !

    Trovo il suo blog molto interessante .
    Aspetto una sua risposta
    Saluti
    Giulia

    • rossella grenci scrive:

      Buongiorno Giulia, la danza va benissimo, soprattutto con i sordi. Basti pensare all’esperienza della grande danzaterapeuta Maria Fux!

  25. Giulia scrive:

    Grazie per la sua risposta!!!
    Saluti

    Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.