ADDIO AL CORSIVO?

8 Responses

  1. Catia scrive:

    Credo che scrivere in stampato maiuscolo sia veramente facilitante per alcuni bambini. Stiamo vivendo questa esperienza con la mia bambina, affetta da disortografia.
    Matilde a scuola usa molto il pc, ma a casa ogni tanto, le faccio fare dei piccoli dettati in stampato maiuscolo.
    Credo che non sia giusto disimparare a scrivere a mano ( a me piace molto!), anche perchè “nell’era della tecnologia” sono ancora molti i moduli che dobbiamo compilare a mano….. in stampato maiuscolo.

    • admin scrive:

      Certo, è proprio così. Hai scritto un articolo stupendo sul tuo blog che presto voglio riportare anche nel mio (una parte), parlando della tua esperienza di mamma. Ti va?
      Grazie
      Ciao

      • Catia scrive:

        Certo!
        La mia è una piccola, semplice esperienza. In certi momenti sono gasatissima, in altri mi sembra di sbagliare tutto. Ma se qualcosa della mia esperienza può essere d’aiuto e favorire lo scambio ne sono felicissima.
        Grazie

  2. Betta scrive:

    Sono una persona adulta, quasi scrittrice di professione e non ho nessun DSA, mia figlia sì. Ma non è questo il punto. Il punto è che mi domando da anni a cosa serva l’uso del corsivo e l’insegnamento obbligatorio ad usarlo, prima di sapere che mia figlia ha un dsa. I libri sono scritti in stampato minuscolo, su qualsiasi vocabolario linguistico le lettere sono scritte in stampato maiuscolo o minuscolo, l’utilizzo degli stessi dizionari verte sulla ricerca di parole in ordine alfabetico stampatello. L’uso della penna credo sia importante e non va disimparato, casomai coltivato, ma ognuno dovrebbe scrivere come gli pare dato poi che la calligrafia diviene uno strumento acquisito del tutto personale, non esiste una calligrafia identica ad un’altra. L’obbligo all’apprendimento del corsivo ritengo sia tempo sottratto a cose più interessanti e utili, questo a prescindere da eventuali DSA.

  3. mammachegiochi scrive:

    Sono assolutamente contraria all’abolizione del corsivo. Alla scuola primaria si impara lo stampato maiuscolo per il solo fatto di leggere dei testi, stampati.
    Il corsivo come dice la parola corre,ed è questa la sua forza la velocità nello scrivere. Secondo alcuni studi di grafologia l’aumento dello stampato nimuscolo rappresenta la nuova società. Simbolicamente lo stampatello è isolamento, distacco, nessun legame come si sta dimonstrando in queste ultime genarazioni, dove appunto i legami ( corsivo) sono sempre più difficile. Il corsivo riflette anche un legame di pensiero, tra un concetto ed un altro, cosa che invece lo stampatello analizza e basta!
    Per quanto riguarda i bambini con disturbi della scrittura ci sono specialisti di disgrafia ai quali poter rivolgersi. Trovo l’utilizzo del computer utile,ma limitante e inespressivo in quello che una persona può esprimere nel lasciare la propria traccia. Perchè se vogliam parlare di tracce … c’è da scriverci un altro post.

  1. novembre 9, 2011

    […] sospettavo, l’articolo Addio al corsivo? pubblicato qualche giorno fa ha suscitato molto “rumore” sulla pagina Facebook di […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.