DISLESSIA E MONDO DEL LAVORO

4 Responses

  1. Catia scrive:

    Articolo molto interessante, anche se per ora non voglio pensare ad un futuro relativamente lontano.
    Una mia parente qualche mese fa mi ha accusato di voler rovinare il futuro professionale di mia figlia perchè ho reso pubblica la sua DSA.
    La sua osservazione era che se un datore di lavoro avesse scoperto tramite Internet la sua difficoltà questo avrebbe cambiato senz’altro qualcosa a livello di rapporti datore di lavoro-lavoratore e tra colleghi.
    Non mi sono mai posta questo problema (forse perchè temporalmente ancora lontano), ma ho riflettuto sulla questione.
    Secondo me un dislessico non dovrebbe comunque tacere la sua “condizione”. Più entro nel mondo delle DSA e più mi rendo conto che non sono i dislessici a non essere pronti per il mondo (scolastico adesso e lavorativo poi) ma è tutto il contrario: sono il mondo, la società o chi per essi a non essere pronti.

    • admin scrive:

      Purtroppo è così… credo che ogni dislessico debba sentirsi libero di esternare la sua condizione, al momento e nell’ambiente opportuno.
      Grazie!

  2. giulia scrive:

    sono dislessica lo ammetto ma nel mondo del lavoro lo nascondo perchè mi mettono da parte e non mi danno la possibilità di crescere come le altre persone e quando mi hanno messo in un angolo come quando ero a scuola

    • rossella grenci scrive:

      Questa cosa dispiace, considerando che anche tu avrai le tue qualità da esercitare. Speriamo che l’informazione vada avanti e nessuno si debba più sentire messo da parte…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.