BUONE TABELLINE A TUTTI!

5 Responses

  1. miri scrive:

    A proposito di tabelline,per il mio bambino mi sono trovata molto bene con il metodo di Camillo Bortolato.
    http://www.camillobortolato.it/
    miri

  2. Nadia scrive:

    Grazie Rossella, condivido pienamente quello che dici, ci stavo riflettendo proprio questa mattina, dopo aver lavorato con una bimba che ha difficoltà con i numeri (non è discalculica….) e consideravo che troppo spesso “la scuola” punta sull’imparare a memoria (a modi filastrocca) o sull’eseguire meccanicamente, senza preoccuparsi di dare un senso a quanto si fa.

    Relativamente alla mia esperienza di educatrice, ma anche di ex alunna che non ricordava a memoria tutte le tabelline e che da sempre deve fare attenzione a guardar bene, se no i numeri si spostano di posizione o sembrano altro, credo che sia importante che i bimbi capiscano cosa devono fare e perchè, detto questo (parlando in generale) credo che le tabelline sul retro dei quaderni e una bella calcolatrice per fare la verifica, siano un’ ottima risorsa che va usata.

    Imparare a pappagallo non ha mai aiutato nessuno.

    Per rispondere alla signora Miri, anche secondo me Bortolato offre ottime possibilità.

    Grazie per l’opportunità di condivisione, a volte fa bene confrontarsi…..

    Un caro saluto. Nadia 🙂

  1. maggio 10, 2013

    […] bene come sia difficile memorizzare le tabelline e, a volte, quanto sia inutile e dispendioso per la memoria di lavoro. Questo soprattutto per i […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.