LA MINDFULNESS E I BAMBINI

3 Responses

  1. Giacomo Papasidero scrive:

    Ciao Rossella,
    io credo che insegnare ai ragazzi sin da piccoli a gestire le emozioni è importante, ma secondo me sarebbe ancora più importante insegnargli a eliminare quelle negative come modo di vivere, e non limitarsi a controllarle quando le provano. Sarebbe prezioso insegnare loro che possono scegliere cosa provare e dargli gli strumenti per trasformare, senza quindi né ignorare o reprimere o “sfogare”, le emozioni negative in emozioni positive.
    Perché accontentarci di spiegare come controllare la rabbia quando possiamo insegnargli a non provarla in favore della calma e della pazienza? Sarebbe meglio no?
    Io la chiamo indipendenza emotiva, e secondo me questa dovrebbe essere la direzione in cui andare, sia con gli adulti che, ovviamente, con i bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.