UN’AUTOSTRADA CHIAMATA DISLESSIA

2 Responses

  1. Catia scrive:

    Ciao Rossella,
    io con Matilde ho sempre usato l’immagine del pc, forse più immediata per lei (tecnofila fin dalla nascita!).
    Le ho sempre detto che il suo cervello è come un pc che ha bisogno di un sistema operativo diverso per far girare i vari programmi ( di scrittura, lettura e calcolo).
    L’immagine dell’autostrada è azzeccatissima ovviamente e l’idea delle scorciatoie che vanno fatte e rifatte così si imparano è più che mai in linea con la idea di utilizzare il più possibile gli strumenti compensativi. Più si utilizzano e prima si riesce a rendersene autonomi.
    Quindi creare gli automismi, propri e personali.
    Un caro saluto e grazie come sempre per i tuoi articoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Comments links could be nofollow free.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.