IO E I MIEI LIBRI

11288_10205612800268362_5846190625958571059_n

Sono Rossella Grenci, logopedista e autrice.

Chi mi conosce sa che non mi fermo mai. Ho una miriade di interessi, a volte, di manie. Mi sono formata su diverse discipline corporee e psicocorporee: ad esempio lo yoga, i linguaggi non verbali, la bioenergetica… Mi sono formata anche come danzaterapeuta con l’argentina Maria Fux.
Dovendo ricercare continuamente materiale per i miei libri e per i miei interessi, e avendone raccolto un bel pò, ho deciso di avventurarmi in un blog!

I temi a cui sono legata sono:

la DISLESSIA EVOLUTIVA, in quanto sono logopedista, scrittrice e mamma di due ragazzi dislessici. Sono stata formatrice dell’Associazione Italiana Dislessia, faccio Corsi per i docenti in varie parti di Italia. Sono stata per 4 anni moderatrice del forum dislessia online. Vi consiglio di dare un’occhiata ai link (nella pagina apposita) per reperire materiale scaricabile gratuiamente su internet,  compreso le guide per genitori, insegnanti e dislessici!

La POESIA, uno dei miei hobby, per cui ho pubblicato 3 libri di poesie e ho partecipato a diverse antologie.

I libri, leggere e scrivere.

La creatività, il mondo dell’arte.

I Tuareg: questo fantastico popolo in “via di estinzione”.

La crescita interiore delle donne.

La psicologia, il benessere psicofisico e le medicine alternative.

La passione per il Tè verde

– L’ecologia, la new age e altro ancora

PS: i miei blog hanno tutti un’attenzione grafica particolare per migliorare al massimo la leggibilità. Infatti un carattere ampio e lineare di scrittura favorisce la lettura, particolarmente nei dislessici.

Gli articoli possono essere tutti stampati (come potete leggere ad inizio di ognuno).

Potete seguirmi anche nel gruppo Facebook:

LE AQUILE SONO NATE PER VOLARE

 


Rossella

 

NB: se i video presenti nel sito non si dovessero visualizzare, basta fare copia e incolla del link presente nell’articolo.
 
PS: per chi vuole sapere cos’è la logopedia, consiglio di leggere qui:
http://grimed.integrazioni.it/
 
—I MIEI LIBRI—

TROVATE, TRA GLI ARGOMENTI TRATTATI NEL BLOG, LA PRESENTAZIONE DEI LIBRI “LE AQUILE”, “COGLI L’ATTIMO”, “CAPIRE LA MIA DISLESSIA” E “STORIE DI NORMALE DISLESSIA”.

Le Aquile sono Nate per Volare - Libro
€ 15

 

Capire la Mia Dislessia - Libro
Storie di Straordinaria Dislessia
€ 15
Cogli l'Attimo
La Leggenda di Tin Hinan Regina dei Tuareg
€ 14

Il mio Ebook Giochi di Parole in vendita su Lulu cliccando sull’immagine in basso.

monday(1)

Qui trovi un’intervista radio del 13 maggio 2012 (Radio 1) sul libro Storie di normale dislessia.

Articoli su di me o scritti da me, interviste, recensioni…

Firufilandia

Tempoxme

Nostro Figlio.it

Pearson

Unità pastorale

Ali per volare. Ali per leggere

Mamme acrobate

GraphoMania

Cocooa

Dislessia. Dislessia e diritti negati

Dislessia Metodo Davis

Milionaire

Altri mondi

L’insalataeranell’orto

Chiaretta’s Blog

Sulle ali dell’aquila

Disabili.com

Ilmiobambino.it

S.O.S. sostegno

Arte e salute

Novi online

Terra di nessuno

Mondodiluna

La poesia e lo spirito

Zizì scimmietta curiosa

Bambini oggi

Pianeta dislessia

Le mie idee

Baby Talk

Bambino naturale.it

Why Mum? 

 

53 Responses

  1. Lina Massaro scrive:

    Ciao Rossella,

    Questo tuo space è ben fatto e ho trovato molti elementi interessanti per le mie ricerche sulla dislessia;
    Grazie
    Lina

  2. nuci scrive:

    mio figlio ha 3 anni e 6 mesi è stato osservato da una neuropsichiatra – psicologa e logopedista per un disturbo nel linguaggio 8parla utilizzando la ca e la ga in quasi tutti i discorsi e la loro diagnosi è stata disturbo del linguaggio di grado medio importante compromissione fonologica in parole povere mi hanno detto che il suo cervello è formato da molti cassetti all’interno dei quali tramite un lavoro logopedico devono inserire le lettere mancanti e creare un automatismo affinchè lui impari a riconoscerle e ad usarle…ma si può già parlare di dislessia? grazie mille per la sua risposta nuci

    • rossellagrenci scrive:

      Assolutamente no, da quello che mi scrive potrebbe trattarsi di un disurbo specifico di linguaggio. Incominciare la logopedia è imporantissimo, perchè è vera, invece, l’alta correlazione, per il futuro, di DSA (dislessia) e DSL (disturbo specifico di linguaggio). La dislessia, se proviene da origini genetiche, si svilupperà comunque, ma in maniera più lieve se il DSL è stato affrontato correttamente.

  3. Cinzia scrive:

    Sono rimasta piacevolmente sorpresa nello scoprire quante delle cose da te qui pubblicate sono assolutamente in sintonia con i miei interessi, le mie passioni, i miei ideali ed il mio sentire.
    Ti ringrazio tanto per quanto condividi con noi!
    Un sorriso.
    Cinzia

  4. polly5vm scrive:

    molto interessante il tuo blog.
    Mi avventurerò tra le tue pagine
    Cioa
    Polly5vm

  5. Roberta Mantovani scrive:

    Veramente notevole!
    Queste pagine danno la sensazione di una grande energia e ci sono temi molto interessanti.
    Complimenti!

  6. manuele scrive:

    Anche io non posso che complimentarmi con te per il blog ben costruito…Brava Rossella!

  7. Ivano Natalini scrive:

    Ho molto bello quello che scrivi, ed utile all’anima.

    Namaste.

  8. rosaura scrive:

    Ciao cara, sto lentamente esplorando il tuo blog ed e’ pieno di spunti interessanti. Bello , complimenti
    rox

  9. clotilde scrive:

    Volevo farti i miei complimenti per il blog interessante e pieno di idee.
    Vorrei chiederti un consiglio, da mamma superansiosa che sono, mio figlio ha 5 anni ed ha problemi con alcuni numeri che scrive allo specchio1, 2, 3, 5….quando lo correggo si arrabbia e piange, devo preoccuparmi o è una cosa normale!grazie

    • rossellagrenci scrive:

      Ciao. A 5 anni può essere normale, e poi ancora non va a scuola, vero?
      Non gli stare troppo addosso, rischi di fargli odiare la scuola quando sarà il momento. Però se hai dei dubbi anche su altre cose (non so, se ha un disturbo di linguaggio o se è scoordinato quando disegna o deve usare posate e forchette, ad esempio). In tal caso una valutazione logopedica e/o psicologica potrebbero aiutarti.

  10. katia scrive:

    Salve Rossella sono Katia , una studentessa della Laurea Specialistica in Psicologia Clinica dello Sviluppo dell’Università di Palermo,le scrivo innanzitutto per farle i complimenti sui contenuti del suo blog …chiaro e interessante, ma le scrivo anche per chiederle, se può aiutarmi, con la mia tesi devo fare una tesi sui disturbi di apprendimento ma ancora non sò che taglio dare all’argomento e quindi mi piacerebbe ricevere qualche consiglio, e perhè no, qualche suggerimento. La ringrazio anticipatamente e nella speranza di ricevere il suo Prezioso aiuto la saluto.

  11. Francesco Casaretti scrive:

    Ciao Rossella,
    mi piace molto il tuo blog e grazie per aver messo “Tao e Tantra” tra i tuoi libri preferiti.
    A presto Francesco

  12. anna scrive:

    ciao sono una collega e volevo farti i complimenti per il tuo sito, davvero molto interessante… spero di poter scambiare con te informazioni suggerimenti. credo che abbiamo una cosa in comune la grande voglia di lavorare e scoprire sempre cose nuove. Anna

  13. francesca scrive:

    ciao Rossella,
    complimenti per il blog!
    Sono già iscritta – da poco – nel forum sulla dislessia e ora ho trovato anche qui tante cose che mi saranno utili!
    Sono insegnante di lingua inglese alle scuole medie e sto cercando di fare del mio meglio per dare il massimo ai miei ragazzi!

  14. Elisa scrive:

    .La funzione strumentale e’ un incarico che viene dato ad una docente che si propone a svolgere questo ruolo . Mi sapresti dire i criteri per svolgere questo compito quali sono ? GRAZIE .

    • rossellagrenci scrive:

      Che io sappia dipende dal dirigente dove lavori, dalla tua disponibilità a formarti, a sensibilizzare e a lavorare sulla dislessia.

  15. nivels scrive:

    e’ molto interessante questo blog, lo leggero!
    Siamo una famiglia bilingue e mi chiedo se hai scritto qualcosa su questo argomento + disturbo di linguaggio, visto che il tuo figlio frequenta un ambiente bilingue? Grazie!
    SL
    http://designdelbilinguismo.wordpress.com/

  16. nivels scrive:

    Rosella, non ho un’esperienza personale, però siccome scrivo sul bilinguismo e i disturbi di linguaggio fanno spesso parte delle problematiche anche dei bilingue, mi piacerebbe saperne di più.
    Grazie per la risposta immediata!

  17. marisa scrive:

    cara Rossella, sono mamma di un bambino di 8 anni a cui è appena stata diagnosticata la DSA, vorrei affrontare con mio figlio questo argomento nel modo migliore . cosa mi consigli?non vorrei si sentisse inferiore o “non anormale”.

    • rossellagrenci scrive:

      Ti consiglio di informarti bene tu per poter trasmettere a tuo figlio serenità. Per cui ti consiglio intanto di leggere il mio libro Le aquile… per poi passare a leggere con lui Capire la dislessia e Storie di normale dislessia. Poi affidati ad una brava logopedista!
      Ciao e auguri!

  18. elisabetta scrive:

    ciao, sono una tua collega. Ci eravamo sentite via mail molti anni fà riguardo il lavaggio nasale. Anch’io come te sono una “fan” della Bertarini e sto portando avanti l’insegnamento del lavaggio con ottimi risultati. Perchè ritieni che non si possa fare + di 2 volte a giorno ?
    Su di me lo faccio anche 4, quando sono raffreddata e i miei pazienti non mi hanno mai riferito problemi in questo senso. Lo faccio provare con cautela anche a bimbi con epistassi, usando acqua fredda e sono state poche le volte in cui hanno dovuto rinunciare. Molto bello il tuo blog. Buon tutto. Elisabetta

    • rossellagrenci scrive:

      In linea generale queste sono le indicazioni. E’ chiaro che non essendo una medicina se ne può fare l’uso che se ne vuole… Io credo che più di 3 volte al giorno non si dà il tempo alla mucosa nasale di reagire.
      Grazie di tutto.
      Ciao 🙂

  19. cristina scrive:

    ciao mi chiamo cristina e sono approdata al tuo blog cercando novità su clarissa pincola estes che tu sappia è in uscita un nuovo libro io ho letto praticamente tutto quello che ho trovato purtroppo nn pratico lingue straniere x cui solo in italiano …..in un altro blog ho trovato un riferimento a prossimo libro ti risulta?
    il tuo blog è fantastico …un caleidoscopio di emozioni e sorrisi…mi piace molto tornerò……ho trovato molta serenità e complicità……leggerò il libro di mamani che ti ha cambiato la vita x me è stato “donne che corrono coi lupi” della estes
    un abbraccio

  20. paola scrive:

    Ciao Rossella, sono Paola, mamma di un ragazzino di quasi 11 anni che frequenta la V elementare. Lui è disprassico e per questo disgrafico e disortografico. Non è dislessico anche se non legge in modo fluente e si affatica molto. E’ stato certificato all’entrata alle elementari e lo sarà sicuramente anche alle Medie. Ho letto almeno tre volte il tuo libro “le aquile sono nate per volare” e mi è piaciuto molto ed è stato fonte di ispirazione per spronare la logopedista e la neuropsichiata e non ultimo l’omeopata che segue mio figlio a provare strade alternative. I risultati ci sono stati ed importanti, ma l’arrivo delle Medie e della seconda lingua straniera mi preoccupano assai. Non c’è modo di fare l’inglese potenziato e dovrà imparare anche il francese, con la grammatica che si ritrova!!! Ti chiedo un consiglio perchè le lingue straniere non diventino un dramma! Grazie mille e complimenti per il tuo blog, sei una persona speciale, felice di averti conosciuto!

    • rossellagrenci scrive:

      Ciao Paola! Per le lingue dipende molto dal metodo utilizzato dagli insegnanti, come per tutto d’altronde… Per esperienza diretta con il mio secondogenito anche la seconda lingua come il francese si può fare, ma la didattica deve seguire i loro tempi, e non il contrario.
      Auguri!

  21. stefania scrive:

    ciao rossella sono mamma di 3 bimbi fantastici di cui il maggiore dislessico. Ho sempre capito che V. era un bimbo particolare:i suoi viaggi ancestrali,un rapporto intrinseco con la natura(basti pensare che qualunque oggetto ha un corrispondente in natura,es.il rigello e’ quello a tronco di albero!!!!!),una fantasia fantastica,una sequenza temporale disordinata e illogica per noi ma con un suo degno filo conduttore per lui,ha imparato il gioco degli scacchi a quattro anni ma bene come un adulto,e’ un selvaggio e…sembra un pezzettino di natura che vive dentro un casa fatta di cemento.,sente l’energia e ,come dice lui,quando e’ nervoso fa un”cambio”,ossia va nel terreno sceglie l’albero che piu’ lo ispira lo abbraccia e fanno un cambio di energia.Non usa le scarpe perche’ deve sentire il terreno gli piace il disegno e’ creativo in tutto quello che fa,da come si veste (ma non e’ un modaiolo) da quello che mangia(solo quello che sente il suo corpo ,dalla capigliatura(non e’mai andato dal parrucchiere),non si lava spesso e non usa saponi (e non puzza),
    per lui tutto ha un’anima(giustamente) adora gli anziani ed ha un atteggiamento quasi riverenziale,e’ flemmatico all’esasperazione etc etc etc………………..potrei parlare talmente tanto che ……
    Tutto questo per dire che ognuno di noi e’ unico e solo, abbiamo creato degli standard che adesso risultano fini a se stessi. Tutti noi abbiamo il diritto alla serenita’ e soprattutto all’originalita’.La scuola non puo’ parlare di integralismo sociale di razzismo e di globalizzazione senza sapere che cosa sia la dislessia e peccare con i dislessici in primis
    Mio figlio e’ libero di essere dislessico e nessuno deve poterglielo impedire cosi’ come nessuno deve impedire ad un normolettore di essere un normo lettore:questo e’ rispetto e liberta’.

    Il tuo blog e’ fantastico grazie

  22. Aliquis scrive:

    Questo blog è bellissimo, pieno
    di spunti, idee, fantasia. E’
    qualcosa di rinfracante rispetto
    al terribile grigiore che ci
    circonda. Sono un’ uomo di 44
    anni che per qualche motivo che
    non mi è chiaro si è sempre
    sentito diverso ed emarginato,
    anche se forse in una misura
    o nell’altra lo siamo incosapevolmente
    tutti. Amareggiato per come vanno le
    cose del mondo, ho cominciato a sognare
    di evadere al di fuori del nostro Universo
    per andare là, nell’ Infinito, dove sento
    che c’è la risposta a tutto. Mi perdoni
    le divagazioni pseudofilosofiche.
    Leggere il suo blog mi ha fatto bene,
    perchè ultimamente, preso da un’ interesse
    per le tematiche della dislessia, mi sono
    messo a leggere vari link e mi sono
    imbattuto nelle lettere della professoressa
    Margherita Pellegrino, che mi hanno lasciato
    sgomento. Nonostante la mia età non riesco
    ancora a comprendere il perchè della
    cattiveria umana. Lei e il suo blog mi avete
    tirato su il morale. Grazie.

    • rossellagrenci scrive:

      Grazie amico! Come tutti gli apprezzamenti sinceri anche il tuo lo serberò molto caro:)) Vieni ancora a trovarmi!
      PS: siamo tutti nella stessa barca, perciò bisogna creare intorno a noi un clima positivo!

  23. cristina scrive:

    ciao rossella sono una mamma adottiva di un bimbo nepalese che a breve compirà 6 anni (è con noi da 4 anni). E’ in cura logopedica da circa 1 mese per immaturità del linguaggio o meglio è lo sviluppo del pensiero che è immaturo. Siamo pertanto indcisi se fargli intraprendere la prima elementare o trattenerlo ancora alla materna (premetto che così facendo perderebbe tutti i suoi migliori amici!) Mi rendo conto che chiederti un parere in merito è decisamente fuori luogo ma volevo chiederti solo una tua spassionata opinione in merito: e chiederti troppo? ciao Cristina

    • rossellagrenci scrive:

      Non è chiedere troppo :), ma è molto difficile! Ti consiglio di fare una cosa:
      1) sentire il parere della logopedista che lo tratta.
      2) Se permane il dubbio mettere sulla bilancia i pro e i contro… dopo di che decidete!
      Tieni conto di una cosa: se il bambino davvero non è pronto per la prima e fa una vita sociale buona (intendo palestra, parrocchia o cose simili), gli amici non gli mancheranno. Però immagina, se le sue difficoltà sono importanti, come si sentirebbe in classe, anche se ci sono i suoi amici!!!
      Un saluto e auguroni!

  24. cristina scrive:

    GRAZIE !
    Cristina

  25. raffaella scrive:

    Ciao Rossella,
    al mio bambino di sette anni, ieri, è stata ufficialmente diagnosticata la disgrafia.
    Fa seconda ed è dal primo mese di prima elementare che viene, dalle insegnanti, giudicato come ‘piccolo, pigrone, pasticcione, poco responsabile, distratto…’.
    Il bimbo che, alla materna, era tranquillo, pacioso e con tanta voglia di ridere e giocare è diventato così, in un anno, un ribelle, insicuro, dalla lacrima facile ad ogni piccola sconfitta e tutto quello che si può immaginare di un bambino che non ce la fa a salire ancora una collina e gli si chiede di scalare il K2!!!
    La storia è lunga ovviamente: ogni settimana un richiamo delle maestre su ogni stupidaggine, anche sul fatto che ‘si perde pure ad allacciarsi il giaccone’…’prima, almeno, era un bambino tranquillo, ora invece…disturba, risponde, è impertinente’.
    Loro insistono su disturbi del comportamento. Secondo loro la scrittura è solo brutta…e gli specialisti non sono quelli giusti. Intanto Alessandro continua a peggiorare sia nella ‘brutta scrittura’ e tutto ciò che ne deriva, sia sotto l’aspetto psicologico.
    Ma, a questo punto, per fortuna arriva una diagnosi scritta con tanto di riferimenti ai metodi compensativi etc da utilizzare secondo la legge.
    I due medici che seguono il bimbo andranno a breve dalle insegnanti in ‘missione’…e non concordano con noi solo sul fatto che vorremmo cambiarlo di scuola. Dicono che sarebbe per lui una sconfitta in più. Lui adora il suo solido gruppo di amici, lo sport che fa con loro al pomeriggio…
    Ci dicono anche che succede quasi sempre che, dopo il loro intervento, la situazione cambia..
    Noi abbiamo poca fiducia in un cambiamento di persone così rigide e, di una soprattutto, parecchio incompetenti. Magari utilizzeranno finalmetnte gli strumenti adatti…ma, come si legge nel sito di mammefelici’ l’AMORE’ è quello guarisce ogni ferita; l’amore per lo studio, per il sapere, per la tenerezza di ogni bambino, soprattutto di quello in difficoltà…è un sentimento che nessuna legge può imporre.
    Se questo bambino è stato ‘martellato’ fino ad ora, con rigidità e sufficienza…basta una diagnosi, con a fianco una legge a far cambiare atteggiamento?
    Questo è il nostro grande cruccio, assieme all’amarezza di avere un bimbo che soffre e che molto di questa sofferenza si poteva sicuramente evitare!
    L’altro appello, e poi finisco, possibile che queste insegnanti possano permettersi di andare avanti come dei treni sulla pelle dei nostri bambini, con incompetenza, superficialità e anche ignoranza, senza che nessuno le fermi? Senza controlli? Nulla si può dire perchè ‘è la signora maestra’ e poi se la prende con i nostri bambini….Quante le storie come le nostre!
    Vi ringrazio tanto per l’ascolto!

    • rossellagrenci scrive:

      E’ così: QUANTE STORIE SIMILI! Purtroppo sono ancora tante, anche se ci sono insegnanti in gamba, in confronto alla cattiva prassi dei più, scompaiono. Seguite quello che vi dicono gli specialisti e poi pensate unicamente al benessere emotivo del bambino!
      Un saluto

  26. valeria-danzonelvento scrive:

    ciao rossella,
    grazie grazie grazie!
    trovo nel tuo blog tante cose interessanti,a me affini.
    grazie degli spunti di riflessione-da tempo non riesco a leggere,letture sul generis di quel che scrivi,così il tuo blog mi sta servendo anche a ricominciare ad avvicinarmi a ciò che è di mio interesse e di conseguenza a me.
    valeria

  27. luigi scrive:

    ciao rossella mi sono imbattuto per caso nel tuo blog e sono rimasto favorevolmente colpito!tutto molto interessante,sono un disabile fisico nonchè presidente dell’ass.galilea,ci occupiamo di diversità (fisica,sessuale,razziale,ecc.) e promuoviamo inziative culturale quali cineforum,mostre,ecc,sempre a tema. mi piacerebbe poter inserire qualche tuo scritto sul nostro blog che ti invito a visitare.grazie.www.associazioneculturalegalilea.blogspot.com

    • rossellagrenci scrive:

      Ciao Luigi, ho scambiato la visita: anche il vostro blog mi sembra molto ben fatto. Inserisci quello che ti piace, basta che me lo fai sapere!

  28. Patrizia Capaccetti scrive:

    Grazie Rossella e…bravissima. Abbiamo molti interessi in comune e alcune esperienze formative, culturali, didattiche…sei una sorpresa preziosa.Complimenti per la tua creatività e intraprendenza. A presto .Patrizia

  29. paolosub scrive:

    Ciao Rossella, mi ha fatto molto piacere conoscere il tuo blog, che ho subito linkato tra i “siti amici” del mio. E’ molto ricco e molto seguito, ed è pieno di spunti interessanti. Complimenti anche per le tue molte attività, che mi sembrano particolarmente utili, specialmente per i genitori di bambini che hanno bisogno di un po’ di aiuto.
    paolo