Vi presento un progetto interessante, realizzato nella Scuola Primaria M. Preziuso di Rionero in Vulture (Potenza).

Partendo proprio dal maggior interesse per i bambini dislessici, stimolato anche dalla legge 170, un gruppo di insegnanti e genitori hanno messo a punto il progetto pilota: Il diario on-line.

Di cosa si tratta?

Uno dei momenti più difficili che la famiglia incontra è il controllo dei compiti assegnati giornalmente dagli insegnanti. La scuola pensa che i ragazzi non vogliano scrivere le consegne, le famiglie si stupiscono che i docenti non controllino se i compiti sono scritti e così facendo metà del pomeriggio si spreca nello slalom telefonico utile a capire quali compiti sono da realizzare. Nel frattempo crescono la rabbia e lo sconforto reciproci (docenti-genitori).

Uno strumento semplice ed efficace per superare questo problema potrebbe essere il sito web della scuola…

Scrive il dirigente scolastico Gerardo A. Pinto: <<Copiare i compiti a casa dalla lavagna è un problema quotidiano per i bambini dislessici e un grattacapo ricorrente per i genitori.
I bambini con D.S.A. spesso tornano a casa con un appunto sbagliato o incompleto di ciò che deve essere fatto. I genitori provano ad aiutare, ma non riescono ad individuare il compito che deve essere svolto.
Il progetto pilota  ‘COMPITI A CASA’  ha lo scopo di aiutare questi bambini e le loro famiglie attraverso le possibilità di comunicazione offerte dal sito internet scolastico
www.ddrionero.it.
In esso, nella sezione ‘Diario online’, saranno quotidianamente pubblicati i compiti assegnati dagli insegnanti.
Si tratta di un progetto che troverà un ulteriore sviluppo allorquando, nelle classi attualmente interessate in via sperimentale, saranno installate le Lavagne interattive multimediali;  e sara’ implementato il progetto ministeriale “ VIVIFACILE”. Si potranno allora pubblicare sul sito scolastico, sotto forma di file, anche le attività preparatorie alla assegnazione dei compiti scritte dagli insegnanti sulle LIM.
I vantaggi delineati potranno essere fruiti anche dai bambini assenti che devono procurarsi i compiti per casa, con grande sollievo per i genitori>>.

Che ve ne pare? Io credo che sia una gran bella prassi. Se volete saperne di più andate sul sito della scuola.Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.