bimbi-bravi-a-scuola-copertina

Ho conosciuto Giorgio in rete e mi sono letteralmente innamorata del suo modo di insegnare ad apprendere ai più piccoli con il suo metodo Bimbi Bravi a Scuola. Un metodo che può essere di grande aiuto a tutti i bambini, con un’attenzione particolare per i dislessici. Un metodo che aiuterà ad apprendere come un gioco e tenendo conto dello spiccato pensiero visivo dei dislessici.

Il metodo di Giorgio Luigi Borghi nasce per tutti i bambini, ma io vi ho intravisto una grande possibilità per quelli che hanno più bisogno di aiuto di imparare “oltre” la scrittura e lettura.

Ed ecco la storia di Giorgio Luigi Borghi: “alle elementari, non è che abbia brillato poi più di tanto. Non ho mai ripetuto l’anno, ma se ripenso alle sveglie, ai compiti, alle recite, alle pagelle, alla maestra, non me ne viene fuori uno di pensiero nostalgico. In altre parole, per me la scuola è stata fin dalla Prima, una costrizione bella e buona. Era come studiare per gli altri.” Forse era dislessico o semplicemente un alunno che aveva perso la motivazione a causa del metodo di studiare?

Giorgio continua: “Poi ad un certo punto (come spesso accade :-), alla fine, sono diventato grande. Ed è successo che, non avendo più l’obbligo di studiare, mi sono sentito come liberato. Sarà stato per questo motivo allora, che il mio odio per i libri, s’è trasformato, come per magia, nel suo esatto contrario: una fame di sapere che è sconfinata nella voracità. Studiavo per me stesso, ora. Ecco in definitiva, cos’è che non funzionò laggiù, tanti anni or sono. Avevo perso tutto quel tempo per un banale errore di prospettiva.”

Ma poi accade qualcosa… “Un bel giorno (erano i primi anni 90) accade che mi imbatta in quello che per me nella vita a venire, diventerà una grandissima passione: METODI DI APPRENDIMENTO E TECNICHE MNEMONICHE.

Scoprire che esistevano delle semplici strategie per velocizzare e moltiplicare lo studio fu una vera e propria rivelazione. Mi resi subito conto d’un fatto fondamentale: era come un cane che si mordeva la coda, ma a fin di bene, perché più studiavo, più volevo studiare, aumentando in maniera esponenziale la fiducia nelle mie capacità, per la soddisfazione degli obiettivi raggiunti così facilmente.

Ma un ulteriore cambiamento accade quando nasce il figlio di Giorgio: “fin dai suoi primi mesi, spesso mi sono ritrovato a fare ragionamenti sui suoi giorni a venire. Ho fantasticato sulla sua felicità, le sue passioni future, i suoi giochi, le soddisfazioni, ma pure sui problemi che avrebbe incontrato lungo la sua strada. E mi sono subito detto, che lui poteva tranquillamente risparmiarsi la mia prima fase chiamata “Le catene”. Passarci sarebbe solo stata uno spreco di tempo e di energie. Ho preso allora tutti i miei 15 anni di studi sulle tecniche mnemoniche, le ho filtrate e ho creato un metodo di studi adatto a lui.”

Vi ho incuriosito almeno un pò? Allora andate sul suo sito e scaricate la guida Scuola Elementare Facile.

Poco alla volta vi farò scoprire questo fantastico metodo!

 Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

4 commenti su “IMPARARE PRIMA (E COL SORRISO) CON “BIMBI BRAVI A SCUOLA””

  • Sono una docente e una psicoterapeuta che è fermamente convinta della necessità di cambiare metodologia di insegnamento per inserire le più importanti ricerche e scoperte nell’ambito dell’apprendimento. Per questo motivo svolgo una ricerca-azione nella classe di cui sono docente prevalente. Tra le tecniche da me introdotte c’è la lettura veloce, le tecniche mnemoniche, di concentrazione e visualizzazione. Inoltre sto sperimentando altre modalità di insegnamento che prevedono un approccio “multicanale”, ossia utilizzando tutti i canali comunicativi. Chi è interessato può contattarmi al diverti-apprendimento.blogspot.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.