image-of-kids-with-signs

Se è vero che l’Italia sta attraversando un periodo di crisi economica, la scuola è sempre stata la Cenerentola e le sue priorità rimangono assai difficili da gestire.

E’ così che è stato annunciato che gli ebook slitteranno per un altro anno. Poco male, diranno i più. Purtroppo per gli alunni dislessici il male c’è, ed è anche tanto.

L’ AID (Associazione Italiana Dislessia) con il suo servizio biblioAid, fino ad oggi forniva gratuitamente (anche per i non soci), i PDF dei libri di testo, per far sì che i ragazzi con DSA potessero studiare in autonomia con la sintesi vocale (libri digitali). Fino allo scorso anno scolastico la Telecom finanziava il progetto, ma da quest’anno non più, così il servizio biblioAid è stato rivolto solo ai soci,  a fronte del pagamento di 40 € di iscrizione (quota associativa).


Cristina Milazzo, mamma e socia dell’AGIAD (Associazione Genitori Insegnanti e Amici della Dislessia), ha scritto al Ministro che si è fatto carico di questa situazione, rispondendo che avrebbe cercato una soluzione e dato una risposta a breve.

Nel frattempo, per chi ne ha bisogno e non vuole iscriversi all’AID, vi consiglio di seguire ciò che riporta l’amica Luisa Zaccarelli sul suo sito Quarto Cervello:

1) rivolgersi direttamente alle case editrici. Molte mettono a disposizione il libro in pdf GRATUITAMENTE  e dietro semplice richiesta, in tempi abbastanza brevi.

Ecco l’elenco di alcune case Editrici che hanno dato la loro disponibilità  (verrà aggiornato nei prossimi giorni):

Zanichelli : disponibilità a soddisfare la singola richiesta della famiglia. Esiste un modulo apposito di richiesta sul loro sito

LaTerza: la scuola deve inoltrare la richiesta all’editore via fax 080.52335228 con conferma dell’adozione della classe e l’acquisto del volume in formato cartaceo.

Palumbo Editore: far mandare una richiesta dal Dirigente Scolastico, con l’indicazione del nome dell’alunno e il titolo dei libri, il formato pdf arriverà direttamente alla Direzione Scolastica.

De Agostini : I volumi sono disponibili anche in formato elettronico utilizzabile da studenti con particolari problemi di apprendimento facendone diretta richiesta a  DeAgostini Scuola DICHIARAZIONE SULL’UTILIZZO DEL LIBRO DIGITALE
e inviandola via fax: 011.19.505.710, o via e-mail: scrivi@scuola.com, o tramite posta a:DeAgostini Scuola, Servizio Clienti, Lungo Dora Colletta, 67, 10153 Torino

Giunti Editore: forniscono gratuitamente i pdf scaricandoli dal sito una volta fatta la registrazione e così per tutti i loro testi della primaria

2) Da quest’anno, inoltre, sempre per espressione del Decreto pubblicato il 9 settembre, c’è la possibilità di usare per i libri scolastici, le edizioni degli anni precedenti, e quindi è possibile trovare il file da qualcuno che lo aveva già avuto.

3) Se proprio un libro non si trova potete seguire le semplici istruzioni di questo video (fonte youtube) per trasformare il libro in pdf homemade :)

Dislessia:come trasformare un libro cartaceo in digitaleSe ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Un commento su “IN ATTESA DEI LIBRI DIGITALI PER GLI STUDENTI CON D.S.A.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.