Come mai tanti bambini hanno difficoltà in matematica? La professoressa Daniela Lucangeli spiega questo e moltre altre cose in alcuni video su Youtube.

Per esempio: sapevate che il concetto di “quantità” risiede nel nostro cervello antico? Serviva già ai tempi delle caverne per comprendere al volo se c’era un leone, o due, o tre, o più di tre!

E lo sapete che la cognizione del numero 1 è talmente arcaica che ogni bambino ne è dotato appena nato.

Il “cervello matematico” è a livello evolutivo più antico rispetto a quello linguistico, e quindi risiede in zone diverse rispetto al “cervello linguistico”. Infatti abbiamo prima imparato a contare, e poi a parlare.

E’ evidente come la nostra vita sia permeata da numeri: usiamo continuamente parole-numero, al mattino quando suona la sveglia, per fissare i nostri impegni o quando controlliamo il resto dopo aver fatto la spesa. Dunque perché la matematica è così difficile?
Attraverso l’analisi dei processi di sviluppo, la ricerca scientifica ci aiuta a capire come mai i bambini incontrino così tante problematiche nell’apprendimento della matematica.
Nell’incontro a cui si riferisce il video vengono descrivette le ricerche più recenti relative allo sviluppo dell’intelligenza numerica e delle abilità di calcolo. Vengono anche trattate in sintesi le ragioni che hanno portato la
Consensus Conference sulla dislessia ad individuare i possibili profili cognitivi della discalculia evolutiva.
Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.