diffusers-537x436

L’argomento di cui vi parlo oggi è l’aromaterapia tramite diffusione nell’ambiente domestico. L’aromaterapia è una disciplina che utilizza gli oli essenziali per mantenere e curare la salute del corpo, grazie agli effetti benefici degli aromi tratti dagli oli essenziali, che altro non sono che estratti di piante o vegetali.

L’aromaterapia ha diverse tecniche di applicazione e ci sono esperti specializzati in questo settore delle medicine naturali a cui far riferimento. Esiste, però, un modo molto semplice e alla portata di tutti di usare l’aromaterapia attraverso la diffusione nell’aria degli oli essenziali: in questo caso l’essenza viene percepita tramite inalazione.

Rimedio antichissimo le cui origini si perdono nella notte dei tempi, utilissimo per allontanare insetti, favorire il sonno, migliorare il tono dell’umore, aiutare la concentrazione e per respirare meglio in caso di raffreddore e tosse.

Infatti l’aromaterapia agisce sul sistema nervoso influenzando psiche, umore ed emozioni. Gli oli essenziali  possono stimolare, rilassare, a seconda del dosaggio e della sinergia con altri oli.

L’azione degli oli essenziali si manifesta anche sul corpo grazie alle proprietà antisettiche, espettoranti, antidolorifiche, cicatrizzanti, antiparassitarie, antireumatiche, drenanti, depurative, immunostimolanti, attraverso i massaggi, ad esempio.

Come si diffondono gli oli essenziali?

La loro diffusione nell’ambiente può essere effettuata inserendo gli oli essenziali all’interno di una ciotola poggiata su un termosifone, oppure all’interno di una pentola di acqua bollente o, in modo più sicuro e controllato, all’interno degli aromadiffusori. Ne esistono di diversi tipi: per i bambini sono da evitare quelli con la candela, per ovvi motivi. Meglio utilizzare un diffusore elettrico, indubbiamente più sicuro.

Ci sono in commercio degli ottimi diffusori che offrono tantissime funzioni (luce led, ionizzatore, umidificatore, spegnimento automatico, etc…) a prezzi economici, come questa mini lampada a forma di fungo.

4194xq7rchl-_sy355_

In commercio ci sono diffusori più o meno costosi, che sono anche belli come oggetti di arredamento, e su Lionshome ne ho trovato un’ampia scelta.

Un altro modo di diffondere gli oli essenziali, stando attenti però che il prodotto non sia a portata di bambini, sono i bastoncini diffusori. Ci sono ditte, infatti, che propongono delle miscele già pronte per la cameretta dei bambini.

La qualità degli oli essenziali

La qualità degli oli essenziali è fondamentale: devono essere scelti con cura, dunque puri, al 100%, biologici ed estratti, a seconda della pianta, con il metodo della distillazione a vapore o delle spremitura a freddo. Gli oli essenziali sono dei concentrati della pianta (fiore, corteccia, foglia da soli o miscelati) che viene distillata in corrente a vapore; si ottiene, così, un liquido oleoso e molto profumato. Usati nei diffusori per ambienti, gli oli essenziali vengono diluiti con acqua, tuttavia bisogna evitare di mettere un diffusore vicino al viso del bambino altrimenti si rischia di fargli un vero e proprio aereosol (!). Fate sempre moltissima attenzione a tenere il flaconcino dell’olio essenziale lontano dalla vista e dalla portata dei bambini. 

Gli oli essenziali sono molto concentrati e si usano sempre a gocce. Nei primi 6 mesi di vita del bambino è necessario mantenere i dosaggi molto ridotti (non più di 1 goccia di olio essenziale per 15 minuti, due volte al giorno); fino a 1-2 anni è bene limitarsi a utilizzare preferibilmente gli oli essenziali di agrumi, in particolare quelli di arancio dolce e mandarino rosso per la loro delicatezza e il loro aroma fruttato, oppure oli di camomilla e lavanda.

essential-oil-9

Quali oli essenziali scegliere?

Da 2 anni in su possiamo sbizzarrirci con gli aromi. Vediamo quali consigliano gli esperti.

Eucalipto e limone insieme: combattono la diffusione di microbi e virus, e garantisce una maggiore pulizia dell’ambiente evitando di contagiare l’intera famiglia!

Mandarino, arancio dolce, camomilla romana e blu, lavanda, noce moscata, geranio, palmarosa, achillea, neroli, melissa, incenso, ylang-ylang: sono essenze utili per calmare il bambino.

Aneto e camomilla: sono ottimi per le coliche dei neonati.

L’aneto, il geranio e la citronella sono un ottimo  rimedio naturale per tenere lontano gli insetti dalla culla/camera del bambino. 

Eucalipto, tea tree, pino silvestre, ravensara, timo, mirto, legno di rosa: utili per raffreddori e tosse.

E per lo studio?

Per favorire la concentrazione e dare un po’ di energia a bimbi stanchi e sottotono possono venirci incontro l’olio essenziale di menta, rosmarino, limone, pompelmo, bergamotto e legno di cedro.

 Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.