child reading

Ed eccomi nuovamente a parlare di “comprensione del testo”. Infatti è molto frequente che uno studente dislessico legga la lezione e, a causa anche della grande fatica che fa per leggere correttamente e decodificare il testo, alla fine non comprenda quello che ha letto. Ecco perchè è molto importante la sintesi vocale o qualcuno che legga per lui. 

Ma in quale altro modo si può aiutare un bambino a comprendere quello che legge? I consigli della Guida alla dislessia per i genitori (AID) sono:

– Stimoliamolo ad utilizzare gli indici testuali (il titolo, le parole in grassetto, le immagini, le parole evidenziate o colorate) che danno molte informazioni sul contenuto del testo prima ancora di leggerlo.

– Aiutiamolo a riflettere su quanto già posseduto in memoria, a sfruttare le conoscenze pregresse.

– Cerchiamo con lui le parole-chiave;

– dividiamo il testo in parti più piccole e diamo loro un significato;

– utilizziamo i colori per sottolineare le parti più significative;

– sollecitiamolo a fare inferenze (trovare delle conseguenze da quello che si è appreso);

– cerchiamo di aiutarlo a rappresentare mentalmente quello che ha letto.

Naturalmente senza dimenticare le mappe, un supporto utilissimo per comprendere e memorizzare il testo!

Trovate alcune schede operative anche nel mio ultimo libro Capire la mia dislessia.

Ricondivido un video molto utile sulla sintesi vocale e supporto visivo: http://www.youtube.com/watch?v=Una_igXTCJs&NR=1

 Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.