Si parla in questi giorni di nuovi strumenti nella didattica. Riporto un articolo uscito su Mondadori Education. E voi che ne pensate?

La crescente diffusione di tablet e e-reader a livello mondiale apre scenari innovativi per la didattica. Una prospettiva che non si limita a una dimensione puramente tecnologica ma pone importanti riflessioni di ampio respiro sul futuro della formazione a 360 gradi.

Secondo alcuni esperti, infatti, agli attuali tassi di penetrazione tecnologica tablet e e-reader potrebbero entrare nelle aule delle scuole elementari in un arco temporale compreso tra gli 8 ei 15 anni.

I vantaggi del passaggio dal cartaceo al digitale sarebbero numerosi, a iniziare dai benefici fisici per i bambini, costretti ogni giorno a trascinarsi un notevole peso sulla schiena. L’adozione dei tablet si tradurrebbe inoltre in una contrazione dell’utilizzo di carta, con vantaggi sia in termini ambientali sia per quanto riguarda la riduzione dei costi generali delle opere. L’utilizzo esclusivo di tecnologia digitale, infine, porterebbe a un notevole risparmio anche da parte delle famiglie.

Vi è tuttavia un aspetto centrale che va tenuto in considerazione in questo passaggio strategico: la rivoluzione dell’interazione. Dal momento che l’infanzia è il periodo della vita più importante per l’apprendimento, l’adozione dei tablet all’interno delle scuole elementari si tradurrebbe in un vantaggio notevole per gli studenti. Imparare a familiarizzare con la tecnologia e con gli strumenti che permettono di interagire in maniera innovativa con la tecnologia è un asset di importanza seminale per formare le nuove generazioni (e gli insegnanti) all’utilizzo della tecnologia e alla trasmissione della conoscenza.

http://www.mondadorieducation.it/Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Un commento su “I NUOVI SCENARI DELLA DIDATTICA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.