Ho cominciato la formazione in Brain Gym con la pedagogista Maria Paola Casali. La ringrazio di cuore per quello che ho imparato da lei in questi giorni. Vi dò solo un assaggino…

Maria Paola durante uno dei suoi corsi.

La Kinesiologia educativa e il Brain Gym aiutano l’integrazione tra il sistema limbico (le emozioni), la corteccia cerebrale (il pensiero conscio-associativo) e il cervello posteriore e anteriore (ricezione ed espressione), se vogliamo usufruire delle nostre piene potenzialità.
Spesso a causa dello stress o della postura sbagliata i due emisferi comunicano male, cioè con poco successo, ed uno dei due prende il sopravvento. Quindi, di conseguenza, reagiamo solo in modo riflesso, dominati dal nostro centro di sopravvivenza.

POSITIVITA’ del Brain Gym: non usa i termini “problema” o “difficoltà”, che implicano già un giudizio di valore, ma preferisce parlare di “sfide”, termine che evoca l’esercizio della libertà di scelta.

Non invita a cercare la “soluzione del problema” ma accompagna alla identificazione delle aree di miglioramento. Ci siamo abituati, davanti agli insuccessi, o a guardare verso di noi colpevolizzandoci e sottostimandoci, o a guardare verso gli altri sentendoci vittime di torti.
Da troppo tempo si tende alla ricerca del “di chi è la colpa” e questo atteggiamento impedisce di prendere coscienza delle nostre risorse facendoci perdere la fiducia in noi stessi. Paul Dennison, il creatore del Brain Gym, ha rivolto la sua attenzione non alla mente o alla personalità, ma a quell’incredibile potenziale che si chiama cervello e che stiamo solo ora imparando a conoscere.

Egli ha guardato al di là della mente, mettendo in rapporto cervello, movimento, apprendimento e comportamento mirato: gli strumenti che ha identificato, una serie di movimenti semplici, hanno come esito quello di attivare programmi di comportamento mirato, che pur già esistendo come potenziale, non sono ancora integrati con l’intero nostro sistema.
E’ come se ci avesse dato la possibilità di avere in mano i comandi per accedere alle nostre risorse più profonde, lavorando su di noi con i movimenti suggeriti dal Brain Gym per assumerci la responsabilità di noi stessi e della realizzazione dei nostri obiettivi, restituendo la gioia e la consapevolezza alle nostre scelte.

Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

5 commenti su “COMINCIO COL BRAIN GYM!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.