2963615800000578-3112756-image-m-47_1433534587168

Se volete avere un’idea di come vede (e legge) un testo un dislessico, ecco Dyslexic Typeface, il font creato dal giovane designer inglese Daniel Britton. Daniel è dislessico e ricorda bene come la scuola, da bambino, fosse per lui una vera tortura, leggere fosse duro e la sua autostima fosse ai piedi!

Così ha creato questo font partendo da uno già esistente, Helvetica, e togliendone il 40% delle linee tipografiche.

2962D77B00000578-3112756-image-a-3_1433532639028

Quando Britton ha detto ai suoi compagni di classe e gli insegnanti della sua diagnosi, la maggior parte non riusciva a immaginare quanto fosse difficile la vita quotidiana per lui.
Aver sviluppato questo tipo di carattere, ha detto Britton, non è per ricreare l’esperienza visiva della dislessia, quanto di trasmettere l’emozione dietro di essa.

“Avevo bisogno di stimolare e ricreare la frustrazione, l’imbarazzo e lo sforzo di leggere”.

“La dislessia è ancora poco compresa e raccontata in modo molto sbagliato – scrive Britton sul suo sito internet -. Sono convinto che una volta capita a dovere, saremo in grado di creare migliori condizioni per gli studenti dislessici e riusciremo a farli eccellere nelle varie materie al pari degli altri ragazzi”.

380c8cb8e08d1711d73f11de979d5cdf

E’ così che ha deciso di lanciare una campagna di crowdfunding per realizzare e diffondere un Dyslexia Awareness pack: una serie di materiali informativi che serva agli studenti per comprendere il proprio problema, e che allo stesso tempo possa aiutare famiglie e insegnanti ad elaborare nuove strategie di insegnamento.

 Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.