I 6 SUPER-POTERI DELLO YOGA NEI BAMBINI

Lo Yoga è una disciplina che coinvolge il corpo e la mente. Ne ho parlato più volte ed io stessa l’ho praticato per anni. Diversi studi dimostrano che lo Yoga può essere di aiuto per i bambini dislessici e/o disprassici, con benefici riguardanti particolari aspetti legati ai Disturbi Specifici di Apprendimento.

Quali sono, nello specifico, questi benefici?

1. La respirazione yogica attraverso una narice aumenta i punteggi della memoria spaziale –  Naveen e colleghi (1997).

2. Miglioramento della sensibilità percettiva visiva – Manjunath e Telles (1999)

3. Miglioramenti nelle funzioni esecutive (ad esempio pianificazione, organizzazione, prestare attenzione ai dettagli, gestione del tempo e dello spazio) – Manjunath e Telles (2001)

4. Miglioramento nella destrezza, oltre a miglioramenti nella potenza muscolare e nella percezione visiva – Raghuraj e Telles (1997)

5. Miglioramenti nella memoria verbale e spaziale  – Manjunath e Telles (2004).

6. Miglioramento nell’attenzione – Una revisione realizzata da Alessandro e Slinger Constant (2004).

Naturalmente lo yoga prevede anche metodiche di meditazione (ricordate la mindfulness?), che tanto fa bene per alleviare lo stress e aumentare il pensiero positivo.

Qui di seguito vi segnalo alcune pubblicazioni adatte a fare yoga insieme a bambini e ragazzi e vi ricordo anche le lezioni della brava Ylenia Malti di cui ho parlato qui.

Yoga per Adolescenti
I Superpoteri dello Yoga per Andare Bene a Scuola
Giochiamo con lo Yoga
Il Piccolo Yogi - Libro + 45 carte interattive
Giochiamo allo Yoga
Gioca Yoga

Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

2 commenti su “I 6 SUPER-POTERI DELLO YOGA NEI BAMBINI CON DSA”

  • Anche altre attività (la danza,per esempio),apportano i medesimi benefici?…lo chiedo poiché mia figlia ha disturbo di lettura e fa danza da diversi anni.

    • Buongiorno Giuseppe. Nono conosco studi specifici, o meglio sono stata relatrice di una tesi sulla biodanza. Sicuramente le attività fisiche con un buon approccio psicofisico e relazionale hanno sempre un buon impatto sui bambini!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.