Come sarebbe bello se a scuola facessero studiare, e magari disegnare, non solo i modelli classici che sono alla base della nostra civiltà, dall’arte greca fino al Rinascimento, ma anche le forme di altre culture: arte aborigena australiana, tessuti islamici, paesaggi cinesi, statue lignee della Nigeria, ceste di bambù giapponesi, tanto per fare qualche esempio a caso.

E lo stesso per la musica: non solo Bach e Mozart (ammesso che vengano fatti ascoltare a scuola), ma anche tamburi indiani, melodie giapponesi, canti indonesiani, ritmi africani, danze latino americane, e via dicendo.

…. Il mondo che ci circonda è strapieno di di culture diverse e di punti di vista contrastanti: acquisire una flessibilità cognitiva, un’apertura ad altri modi di vivere e di essere non è mai stato così urgente come ora.

tratto dal libro di Piero Ferrucci: La Bellezza e l’Anima.Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

2 commenti su “ACQUISIRE FLESSIBILITA’ COGNITIVA A SCUOLA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.