L’incontro con il Tutor

Vittra, la scuola svedese che fa parlare di sè… ma solo perchè non ha aule e orari rigidi? O dietro c’è una metodologia precisa, una precisa Mission?

Partiamo da questo fatto: Vittra dà ad ogni individuo la possibilità di essere attrezzato per studiare e lavorare in un ambiente internazionale.

I bambini sviluppano un bilinguismo efficace sia in inglese che in svedese, così come la creazione di contatti internazionali attraverso reti e programmi di scambio all’estero.

3 sono le parole chiave:
Reti, Competenze e Lingua

Le scuole Vittra hanno 20 anni di esperienza di lavoro con i piani di sviluppo individuali (IDP ), uno strumento prezioso per documentare e valutare l’evoluzione e l’apprendimento di ogni studente. Si chiama “il libro Vittra”, e tutti i nostri 8500 studenti hanno il loro Vittrabook che li segue per tutta la loro scolarizzazione.

Il libro Vittra è on-line, con l’obiettivo che ci sia un feedback più costruttivo, diretto e chiaro tra il lavoro svolto nella scuola e la famiglia. Tutte le informazioni essenziali sono disponibili attraverso una personale “log in”. Questo aumenta le possibilità di interazione tra casa e scuola.

Ogni attività proposta nelle scuole rispetta le 6 promesse che Vittra fa ai proprio alunni:

1. Trovare l’approccio adatto per incoraggiare le loro naturali inclinazioni

2. Cercare, quanto più possibile, di affiancare allo studio l’esperienza reale

3. Incentivare l’utilizzo del metodo di studio  proprio di ogni studente, tentando di stimolarne la curiosità

4. Credere sinceramente nelle capacità di tutti gli alunni e prendere sul serio ogni loro domanda

5. Insegnare a comunicare e a lavorare nel costante rispetto altrui

6. Fornire le basi per un apprendimento il più internazionale possibile, insegnando fin da subito l’inglese e favorendo gli scambi culturali.

Le lezioni iniziano con una parte erogativa nel corso della quale i docenti spiegano i contenuti e danno le indicazioni per i lavori di gruppo che iniziano quasi subito. I ragazzi, molto responsabilmente e in maniera ordinata, si dividono in gruppi, raggiungono luoghi diversi della scuola a seconda del compito che devono svolgere e si riuniscono quando la docente dice loro di farlo. Non esiste la campanella, quindi ognuno di loro è tenuto a rispettare i tempi e le consegne. Se queste ultime non vengono completate devono essere portate a casa sotto forma di compiti (fonte Indire Ricerca).

Tutti gli educatori della scuola dell’obbligo hanno un proprio computer portatile per aumentare la qualità e l’efficienza di assolvere i loro compiti educativi.

E poi…? se volete vedere e leggere come è una giornata tipo e quali sono gli ambienti in cui si sviluppano le attività della scuola Vittra dovete ASSOLUTAMENTE andare QUI, sul sito di Indire Ricerca del MIUR: 39 pagine per raccontare una scuola che piacerebbe a tutti!

Troverete: la palestra/discoteca, il Teatro, il Laboratorio, La Caverna e tanti altri spazi vivibili a 360°.

Quanto vi piace da 1 a 10 questa scuola? A me 11 🙂

Benvenuti a Vittra! Nel video seguente (in lingua inglese) viene presentata la scuola Vittra, raccontata da insegnanti e alunni:

Se ti è piaciuto l’articolo puoi seguirmi anche sulla pagina Facebook di Le aquile sono nate per volare.

Related Posts with Thumbnails

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

I link nei commenti potrebbero essere liberi dal nofollow.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.